Tra tante hit e pezzi ad effetto degli anni Ottanta, Spielberg riesce a infilare anche un notevole tocco di classe. Parliamo del Boss, di Bruce Springsteen. In Ready Player One c’è anche lui, con Stand On It. Un esotica, con i suoi caldi colori il microcosmo al quale si ispira il nuovo glamour Giorgio Armani Eyewear. Design deciso ma elegante, da passerella, per la linea Giorgio Armani Sand, dalle grandi lenti sfumate a forma di farfalla, che si ispirano per texture e colori alla sabbia. Le aste a contrasto e impreziosite dal logo Giorgio Armani sono oro e beige.

Si toglie la parrucca che indossa, rivelando un grande testone pelato. questa, in breve, la trama dello spot di Kinder Cereali, che alcuni anni fa ha reso familiare al pubblico televisivo il volto di Nathalie Rapti Gomez, una delle giovani promesse del piccolo (e anche grande) schermo in Italia.Nata a Barraquilla (Colombia) da padre greco e madre colombiana, a soli pochi mesi la giovane attrice si trasferisce in Italia, stabilendosi prima a Roma e poi a Palermo, dove resterà fino all’età di 5 anni. Nel 1990 il padre decide di tornare in patria, a Salonicco, dove Nathalie trascorre la sua adolescenza, facendo le sue prime esperienze come modelle e apparendo in alcuni spot pubblicitari.

Alessandro Canino non è riuscito a trasmettere la propria bravura ai giudici di “Ora o mai più”, che nella prima puntata lo hanno bacchettato in più di un’occasione. Nonostante questo, l’allievo è riuscito a conquistare la penultima posizione in classifica a pari merito con Marco Armani. In coppia con Loredana Bertè, l’artista arrivato al successo per la sua canzone “Brutta” è riuscito a trarre ogni insegnamento possibile dalla sua coach, pagando tuttavia un importante scotto.

Quest’ultima decise di lanciarlo come un’opera di Lubitsch, al che Cukor fece causa alla casa di produzione che patteggiò liberando contrattualmente Cukor. La Paramount teneva talmente a Lubitsch che gli affidò la direzione della produzione. Infatti chi meglio del grande regista conosceva la formula dei film Paramount tendenzialmente leggeri e brillanti? Anche in Un’ora d’amore si sente il “tocco alla Lubitsch” di una storia tipicamente americana (ovvero una storia di denaro e sesso, i due valori che l’americano medio comprendeva meglio), anche se ambientata in un’Europa raffinata ed elegante.Che cos’è il matrimonio borghese secondo Lubitsch? Lo aveva già spiegato nel film muto Matrimonio in quattro (The marriage circle, 1924) di cui Un’ora d’amore è il rifacimento sonoro e canoro.